Non ci sono articoli nel tuo carrello
Chiudi
Cerca
Filtri

Escursioni in Crociera alle Maldive 

 
La crociera regala molti momenti di relax e scoprirete che anche il fare assolutamente niente ha il suo fascino…
La magia dell’Oceano Indiano ha, però, un richiamo irresistibile e la voglia di bagnarsi nelle acque turchesi di una laguna o di appisolarsi sotto una palma non possono mancare.
Svegliarsi la mattina ed essere accolti dal tiepido sole, non ancora alto nel cielo, che si riflette sul mare calmo creando il riflesso di milioni di diamanti è cosa quanto mai unica.
Un tuffo, per svegliarsi, prima di colazione tra qualche pesciolino che sfrutta l’ombra della barca per rinfrescarsi…. e poi comincia la giornata.
Una breve navigazione porta la barca accanto ad un’isola deserta, un bellissimo reef o una lingua di sabbia circondata da acque turchesi.
Poi tutti sul dhony (barca in appoggio allo Yacht attrezzata per gli sport acquatici) per raggiungere il punto di immersione o dello snorkeling. Splash… in mare alla scoperta dei fondali!
Dopo ci sono le spiagge di sabbia bianchissima, dove oziare, fare il bagno, leggere un buon libro o andare alla scoperta di coralli e pesci di laguna.
Alle tredici tutti a bordo per il pranzo a base di specialità italiane miste a sapori e tradizioni locali. E la barca si sposta verso il nuovo punto della giornata.
Sulla battigia le conchiglie disegnano onde immaginarie lasciando tracce del cambio di marea. Frammenti di corallo e di conchiglie raccontano l’avvicendarsi delle correnti, delle onde e delle maree… Alcune di queste lingue di sabbia spariscono con l’alta marea, altre sono più stabili e grandi ed ospitano, di solito, colonie di uccelli marini. Quando il caso porta qui, qualche seme o noce di cocco che riesce ad impiantare le sue radici, comincia la vita di una nuova isola.
Le necessità dell’uomo vuole che alcune isole siano state piegate alle sue esigenze e siano abitate da maldiviani. Un tempo esclusivamente popolo di pescatori, oggi lavorano quasi tutti col turismo. Le isole mostrano ancora queste antiche tradizioni. Imbarcazioni, oggi usate più per il turismo che per la pesca, sono ancorate nelle lagune.
Ogni isola ha piccoli cantieri dove costruire le barche in legno. Le case più vecchie erano fatte interamente di corallo e conchiglie strappate al reef, oggi questa pratica è scomparsa grazie ad un benessere diffuso che consente l’acquisto di materiali di costruzione in paesi anche molto lontani e a leggi severissime a protezione dell’ambiente.
 
 
Ogni isola ha la sua scuola e bambini ridenti e lindi nelle loro uniformi all’inglese. La moschea prerogativa esclusiva dei musulmani è sempre l’edificio più bello e decorato dell’isola con intorno giardini e fiori variopinti.
Alcune isole più distanti dalle zone molto frequentate dai turisti o dai villaggi turistici hanno conservato la loro genuinità ed intatta la cultura locale. Quelli più vicini alle zone turistiche hanno modificato completamente o in parte il loro stile di vita e i pescatori si sono trasformati in attenti e gentili commercianti che vendono parei multicolori, magliette e altri souvenirs.
La sera, in barca, è soprattutto dedicata al relax… ad un bicchiere sul ponte davanti a un cielo stellato o due chiacchiere tra amici. Talvolta un un po’ di buona musica o un film della videoteca di bordo rallegra le serate.